Font Size

Layout

Cpanel

Realizzazioni

 ABBIAMO REALIZZATO...

Sinteticamente si riportano alcune iniziative promosse e/o realizzate in questo quarto di secolo di attività.

Chiaramente sono poche, ma occorre tener presente lo scarsissimo peso che il Club può avere in un'epoca in cui valgono soprattutto i voti potenziali per ottenere un qualsivoglia appoggio da parte di chi il potere detiene: non è mai, o quasi mai, una questione di sostenere o meno battaglie giuste, ma di avere la possibilità di pigiare i tasti idonei ad ottenerle!

Cinismo a parte, si riporta il breve elenco.

1- Il Club ha contribuito in maniera determinante all'inserimento nella normativa del divieto della

posta  alla  beccaccia  (purtroppo  ampiamente  disatteso,  ma  recepito  e  migliorabile  nonché,

localmente almeno, applicato). Ha quindi annualmente, puntigliosamente denunciato a chi di dovere

gli illeciti relativi anche collaborando con altri siti internet.

2- Il Club ha contribuito alla stesura ed al riconoscimento da parte dell'ENCI del regolamento

specifico delle prove cinofile su beccaccia, ne ha avviato l'organizzazione e la qualità, instaurando

ottimi rapporti con le realtà locali e curando sulla rivista la pubblicazione delle relazioni dei giudici

che rappresentano un'utile traccia di valutazione.In conseguenza ha pubblicato un libro-almanacco

sui cani dei soci che si sono classificati in queste prove.

E' in studio la realizzazione di un trofeo internazionale su beccaccia, dedicato a Giorgio Gramignani

-cinofilo, allevatore e per anni Presidente del Club - sotto l'egida dell'ENCI e in collaborazione con

il Pointer Club e la SIS.

3- Il Club ha rappresentato un supporto pratico alla ricerca inviando annualmente ali e altri parti

anatomiche (es. muscolo e fegato per lo studio della radioattività e del DNA), compilando schede,

risultando pertanto indispensabile per alcuni studi che poi sono stati presentati a convegni nazionali

e internazionali e pubblicati in Italia e all'Estero.

4- Il Club ha supportato economicamente giovani laureati con il bando di borse di studio su

specifici argomenti, i cui risultati sono stati pubblicati su supplementi della rivista "La Regina del

Bosco", suo organo ufficiale che dal 1976, a scadenza semestrale, porta a tutti i Soci notizie

aggiornate e dibattiti con articoli inviati dai Soci stessi.

5- Il Club ha bandito per più anni, grazie all'interessamento dell'allora vice-presidente Vincenzo

Celano, un premio letterario su tematiche venatorie cui hanno partecipato nomi prestigiosi (basti

ricordare Laurenzi, Pellegrino, Pieroni): i pezzi vincenti sono stati pubblicati su un supplemento

della rivista.

6- Il Club recentemente ha partecipato con altri Club (Francese e Spagnolo) all'iter per la nascita di

un  organismo  internazionale  che  porti  avanti  le  principali  esigenze  di  conservazione  e  di

sfruttamento sostenibile.

7- Il Club ha partecipato recentemente, presentando una comunicazione, ad un Simposio sullaBeccaccia promosso dal Conseil International de la Chasse e tenuto ad Istanbul (maggio 2002), con

la prospettiva di far parte attiva, insieme agli altri Club, di detto prestigioso organismo.

8- Il Club ha mantenuto costanti rapporti con l'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica e con

l'Office National de la Chasse francese: è stato grazie a questi ottimi rapporti che il prof.Fadat,

allora responsabile della Sezione "Bécasse " di quell'Ufficio, con il dott.Gossmann, ha partecipato

ad una campagna di inanellamento dimostrativa a Castelporziano (1993), in seguito alla quale è

stato avviata anche in Italia detta attività sulla beccaccia.

9- Il Club sollecita continuamente controlli per una reale applicazione della normativa che vieta la

commercializzazione della beccaccia, ma che sovente è vistosamente ignorata!

10- Il Club ha impostato uno schema per il monitoraggio delle beccacce svernanti, in particolare

nelle  aree  a  vario  titolo  protette,  Parchi  regionali  inclusi,  ed  in  proposito  sta  portanto  avanti

localmente proposte di attuazione pratica.

11- Il Club ha promosso un dibattito pubblico con le organizzazione di turismo venatorio al fine di

valutarne  la  sensibilità  per  un  decoroso  autocontrollo  della  qualità  e  quantità  dei  carnieri

(es.rinunciare alla posta, anche ove permessa; non cacciare dopo 31 gennaio; evitare carnieri singoli

giornalieri di oltre 5-6 capi ecc.): l'iniziativa ha fatto emergere la possibilità di discriminare attività

accettabili da altre del tutto negative!

12- Il Club sollecita a tutti i livelli (regionale, nazionale e internazionale) la necessità di un prelievo

sostenibile, biologicamente corretto, come prima istanza evitando la caccia dopo fine gennaio.

Una cosa che il Club di norma non fa è "l'avvocato dei cacciatori": sembra tuttavia che i colleghi ne

abbiano già fin troppi di avvocati, mentre per la Beccaccia scarseggiano! Ulteriori precisazioni

sull'attività del Club per quanto possibile saranno esaudite.

Sei qui: Home Associazione Realizzazioni