Font Size

Layout

Cpanel

Un amore "sordo"

Come adattare socialmente ed utilizzare a caccia un cane da ferma nato sordo. Gli utili insegnamenti per gestire correttamente il collegamento fra cane e cacciatore.

La piccola Maya arrivò nel Gennaio dell’anno scorso: una cucciola Setter inglese regalatami “da amici” che mi offrirono la prima scelta in una cucciolata di sei – quattro femmine e due maschi.

Ed io che volevo una femmina, mi trovai nell’imbarazzo della scelta perché le quattro cuccioline erano tanto omogenee da essere praticamente uguali. Scelsi lei perché mi parve la più indipendente ed attiva e perché il manto bianco uniforme con una banda di colore su di un occhio mi ricordava altre mie cagne. I primi mesi furono veramente duri: i cani li tengo in casa e questo cucciolo si rivelava molto più difficile dei precedenti, da tutti i punti di vista (forse perché io e mia moglie stiamo invecchiando!). Durante il primo mese di convivenza cominciai ad avere l’impressione che fosse sorda: in certi momenti la menomazione era chiarissima, altre volte avevo dei dubbi, attribuendo le sue intemperanze a vivacità. 

Di fatto non reagiva a nessun suono, sibilo o rumore (ho provato con gli ultrasuoni, i fischietti, sbattendo due coperchi …finanche con i richiami da anatre e da trampolieri). A metà Aprile, in occasione dell’anestesia per un intervento all’articolazione  della spalla destra, i veterinari fecero un approfondimento clinico dello stato delle orecchie, ma nulla di certo apparve, tranne la scarsa tensione del timpano: mi dissero che probabilmente era ipoudente. Nei mesi successivi la sottoposi ad una convivenza strettissima, soprattutto di notte, dopo le quattro: dovevo farla uscire e, al rientro, sdraiarmi sul divano in tinello e terminare la nottata con la cagnina stesa tra me e la spalliera, con una coperta sulle gambe perché i caloriferi si spegnevano tra le 23 e le 6! Probabilmente è stato un imprinting che ha creato un legame forte come quello che ottenevano gli indiani d’America, dormendo con la faccia sul muso dei loro cavalli! 

Leggi tutto: Un amore "sordo"

Sei qui: Home Vita di Club I nostri cani...