Font Size

Layout

Cpanel

Nuovo consiglio direttivo

 Il 31 Maggio scorso l'Assemblea dei Soci del Club della Beccaccia ha rinnovato il Consiglio Direttivo del Club. Il nuovo Consiglio ha poi assegnato le cariche al suo interno come si comunicano di seguito.

Presidente: Gianluigi Gregori
Vicepresidenti: Alberto Pellegrini, Giovanni Giuliani
Segretario: Umberto Di Maio
Tesoriere: Adriano Scaramuzza
Consiglieri: Luigi Calonaci, Francesco Recanatini, Piero Frangini, Luciano Vitelli, Andrea Guidoni, Sperandio Gabriele

Collegio Sindacale: Sergio Crispino (presidente), Alessandro Gambini, Maurizio Papa

Collegio dei Probiviri: Giovanni Fontana (presidente), Cesare Puccioni, Luigi Morabito

Auguriamo al neo eletto consiglio Buon Lavoro per i prossimi 3 anni di mandato."

Per un 2015 pieno di ferme e frulli...

Immagine1501

 

Carissimi Soci del Club della Beccaccia 

Vi rivolgo con tutto il cuore i miei più cordiali auguri di buone feste e di un 2015 pieno di ferme frulli...e qualche bella schioppettata con relativo riporto. Le nostre beccacce stanno per affrontare il periodo  più difficile, quello dello svernamento dopo la migrazione.  Il mio invito non può essere che quello di centellinare con saggezza gli abbattimenti ma non le uscite a caccia fino a quando sarà lecito: questo è anche il mio augurio.

Speriamo che le regine affrontino numerose il successivo volo prenuziale per donarci ancora la possibilità di continuare ad incontrarle nei suoi e nostri boschi in futuro.

 

firmaaccipiter

Un amore "sordo"

Come adattare socialmente ed utilizzare a caccia un cane da ferma nato sordo. Gli utili insegnamenti per gestire correttamente il collegamento fra cane e cacciatore.

La piccola Maya arrivò nel Gennaio dell’anno scorso: una cucciola Setter inglese regalatami “da amici” che mi offrirono la prima scelta in una cucciolata di sei – quattro femmine e due maschi.

Ed io che volevo una femmina, mi trovai nell’imbarazzo della scelta perché le quattro cuccioline erano tanto omogenee da essere praticamente uguali. Scelsi lei perché mi parve la più indipendente ed attiva e perché il manto bianco uniforme con una banda di colore su di un occhio mi ricordava altre mie cagne. I primi mesi furono veramente duri: i cani li tengo in casa e questo cucciolo si rivelava molto più difficile dei precedenti, da tutti i punti di vista (forse perché io e mia moglie stiamo invecchiando!). Durante il primo mese di convivenza cominciai ad avere l’impressione che fosse sorda: in certi momenti la menomazione era chiarissima, altre volte avevo dei dubbi, attribuendo le sue intemperanze a vivacità. 

Di fatto non reagiva a nessun suono, sibilo o rumore (ho provato con gli ultrasuoni, i fischietti, sbattendo due coperchi …finanche con i richiami da anatre e da trampolieri). A metà Aprile, in occasione dell’anestesia per un intervento all’articolazione  della spalla destra, i veterinari fecero un approfondimento clinico dello stato delle orecchie, ma nulla di certo apparve, tranne la scarsa tensione del timpano: mi dissero che probabilmente era ipoudente. Nei mesi successivi la sottoposi ad una convivenza strettissima, soprattutto di notte, dopo le quattro: dovevo farla uscire e, al rientro, sdraiarmi sul divano in tinello e terminare la nottata con la cagnina stesa tra me e la spalliera, con una coperta sulle gambe perché i caloriferi si spegnevano tra le 23 e le 6! Probabilmente è stato un imprinting che ha creato un legame forte come quello che ottenevano gli indiani d’America, dormendo con la faccia sul muso dei loro cavalli! 

Leggi tutto: Un amore "sordo"

In bocca al lupo al CdB...

 Carissimi consiglieri, past-President, soci onorari e soci tutti,

permettetemi  di rivolgere e tutti un caloroso saluto prima della fine dell’anno 2013:       

questo Direttivo del Club ha 18 mesi di vita, e si è pertanto a metà della sua durata prevista dallo statuto in 36 mesi. 

Cosa abbiamo concluso e quali potrebbero essere i nostri programmi futuri condivisi?         

Fatti-avviati (in ordine sparso):

  • proposta di un nuovo calendario venatorio con nuovi orari per una nuova gestione e per un definitivo contrasto “della posta”,
  • caccia specialistica (oltre 300 già i diplomati dai nostri corsi e prime adesioni tra le Regioni),
  • presentazione di un nuovo protocollo ondate di freddo condiviso da ISPRA e già attivo in alcune regioni,
  • scheda rendiconto giornaliero per studio caratteristiche del prelievo venatorio in Italia affiancando dati scientificamente corretti alla richiesta di un prelievo massimo ammissibile stagionale nazionale e in ambito comunità europea,
  • monitoraggio con i nostri cani fino al 31 marzo solo per diplomati per estendere i dati alla fase di avvio della migrazione di ripasso prenuziale alle più studiate fasi di pit-stop migratorio,
  • radiotracking (Sylvia e Geppa) in collaborazione con ISPRA, raccolta ali e loro interpretazione con il patrocinio ISPRA,
  • scuola di lettura ali (Roma-Lecce),
  • cinofilia agonistica specialistica (Trofeo Gramignani, Trofeo Alberto Chelini),
  • panoramica del passo in Italia in collaborazione con nostri responsabili regionali,
  • catture ed inanellamenti con il patrocinio ISPRA,
  • pubblicazione e presentazione ufficiale del libro “Le beccacce di Vormsi”,
  • primo avvio della collaborazione ringing a Vormsi con la FANBPO e grosso successo della stagione  ringing nel nostro Santuario,
  • conferimento Borsa di studio per meriti a laureato Univ. BO,
  • contributo a Save the children,
  • collaborazione organizzata con riviste di cinofilia venatoria.

Proposte per il presente-futuro: in avvio  due ricerche scientifiche.                                

  • Gonadi della b. in fase di avvio del volo prenuziale (studio istologico)                                           
  • Analisi di campioni di suolo in aree di svernamento della b. in Italia (in varie  regioni con la collaborazione di nostri soci).                                                                                      
  • Stesura di un Codice etico del Club.                                                                            
  • Attività gestionale in ambito Comunità Europea: nostra proposta di un “woodcock ticket book” della FANBPO per il contrasto dell’ipersfruttamento della specie in ambito CE e non solo.

Rivolgo a tutti in bocca al lupo ed i miei auguri di buone festività e un anno ricco di risultati in tutti i campi.

 Il Presidente del Club della beccaccia Alberto Pellegrini                                                  

                                                                  

Le Beccacce di Vormsi

Procedono, seppure con un po' di ritardi, i lavori per la pubblicazione del libro dedicato alla iniziativa del "Santuario della Beccaccia - Isola di Vormsi" la ONLUS che molti soci del Club hanno voluto per studiare la Beccaccia durante la cruciale fase della migrazione. 

Il libro sarà disponibile a breve e... non mancate all'appuntamento! 

 

Sottocategorie

Sei qui: Home Blog